11 Abr 2021

Matteo 5,43-48

Uf!
«Amate i vostri nemici».
Uf!
Gesù finisce qui col delineare la società umana come Dio l’ha sognata sin dall’inizio.
Per noi è quasi uno scandalo che ci chieda di amare i nemici. Siamo troppo abituati a classificare le persone: queste sono amiche, queste nemiche; queste mi piacciono, queste non mi piacciono; queste sono intelligenti, queste… non tanto; queste sono buone, queste cattive…
Il modello che Gesù ci offre è proprio il Padre eterno…
Il Padre eterno!
Lui fa sorgere il suo sole, lui fa piovere, e non fa distinzione di persone.

La società dell’amore perfetto è quella che sogna Dio, è quella che Gesù presenta… e a noi ci spaventa.
Ho trovato alcuni cristiani che dicevano che è impossibile compiere questo comandamento… E hanno ragione, è impossibile.
Come ci chiede Gesù qualcosa di impossibile?

Vi invito a spostare l’attenzione verso la parola «Padre». Il discorso della montagna è ben costruito: la parola «Padre» era apparsa soltanto una volta. Da adesso in più la vederemo molte volte, e sempre accompagnata da noi: «il vostro Padre celeste», «il Padre vostro che è nei cieli…»
Gesù non ci sta dando comandamenti impossibili per spaventarci; le sue parole vanno molto più in profondo: ci sta insegnando una nuova immagine di Dio.
Dio è Padre e Madre, lui ama i suoi figli, la sua perfezione è l’amore, la sua onnipotenza è l’amore, lui fa possibile l’impossibile.

Il discorso della montagna è come un grande porticato; adesso ha finito la prima arcata. Gesù ci ha mostrato come Dio vuole la umanità, quale è il suo grande sogno per noi. Una società umana (e delle comunità) dove al posto del odio ci sia perdono, al posto delle invidie, generosità, al posto della ira, la comprensione, al posto delle inimicizie, ci sia il lavoro comune per costruire la pace. Solo una società così sarà veramente giusta, capace di accogliere tutti, anche con le loro differenze.
Lasciamoci affascinare per questo disegno del Padre. Dentro di noi viene certo la domanda: Come sarà questo possibile? Matteo non ha fretta, ci risponderà pian piano…, nei prossimi giorni. Per adesso, invece di spaventarci per l’esigenza, ringraziamo Dio per la magnifica proposta.


Publicidad:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

 

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.