28 Sep 2021

Matteo 10,7-13



Nel capitolo 10 del suo Vangelo, Matteo presenta il discorso missionario di Gesù. In esso raccoglie diversi insegnamenti sulla missione, alcuni detti da Gesù stesso e altri riflettuti poi dalle prime comunità. Il tema è la missione della Chiesa, dei discepoli e discepole, inviati nel mondo per continuare l’opera di Gesù.

Il frammento che oggi la liturgia ci offre comincia col sottolineare il movimento: «strada facendo, predicate…»; non possiamo fermarci né aspettare che vengano da noi. La prima indicazione di Gesù è: «mettetevi in cammino». Quante volte sentiamo dire, o noi stessi diciamo, che la gente non viene più in chiesa, che ci hanno abbandonato, che noi li aspettiamo a braccia aperte, ma loro non vengono… Forse è tempo per noi di lasciare le nostre chiese, lo spazio dove ci troviamo tranquilli e sicuri e di andare incontro alla gente. Dio continua a lavorare nel loro cuore. Nel mondo c’è tanta sete di Dio, di felicità, di pienezza e Gesù ci invia a saziare la fame di infinito dei suoi figli.

«Predicate – continua il testo di oggi – dicendo che il regno dei cieli è vicino». Ci tocca proclamare un messaggio di gioia, accoglienza, salvezza, giustizia e solidarietà. Il regno di Dio è vicino, è alle porte, preparate il vostro cuore per riceverlo. Il regno dell’amore del Padre è arrivato e comincia a spuntare nei miracoli che Dio fa tramite le nostre mani. Miracoli piccoli e nascosti, non appariscenti, ma veri e propri segni di vita nuova: il sorriso, il sollievo della sofferenza, la compagnia a chi vive in solitudine, l’educazione agli ignoranti, la speranza agli sfiduciati, la scoperta di Dio nella comunità, nei sacramenti, nella Bibbia. Le nostre attività di ogni giorno sono i miracoli che Dio continua ad operare nel mondo, sono la realizzazione del suo Regno che ormai nessuno può fermare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

 

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.